Home

Loading the player...

L’ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE CE.D.AP.

L’Associazione Professionale Ce.D.Ap. ha sede a Bagheria e Palermo e si occupa di diagnosi e trattamento dei principali disturbi psicopatologici del bambino e dell’adulto oltre a configurarsi come centro orientato al coaching ed alle terapie motivazionali e di coppia. È composta da diversi professionisti specializzati (Psicologi, Neuropsichiatri Infantili, Pedagogisti, Logopedisti, Psicomotricisti) che operano secondo un modello integrato di équipe.

IL MODELLO DI LAVORO

Il Centro opera secondo il modello Cognitivo Comportamentale, utilizzando la R.E.B.T. (Terapia Razionale Emotiva) di A. Ellis. Per la diagnosi e il Trattamento dei Disturbi di Apprendimento (Dislessia, ecc.) e dei Disturbi comportamentali, fa riferimento alle Linee Guida in materia e alle più recenti indicazioni della Consensus Conference. Il Centro nella veste dei suoi responsabili, è inoltre associato AIRIPA (Associazione Italiana per la Ricerca nella Psicopatologia dell’Apprendimento) e AIDAI (Associazione Italiana Deficit di Attenzione e Iperattività).

LA TERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE

“I migliori anni della tua vita sono quelli nei quali tu decidi che i tuoi problemi hanno a che vedere con te. Non accusi tua madre, la società o il presidente. Ti rendi conto che puoi controllare il tuo destino.” (Albert Ellis). Il modello cognitivo da cui si parte è che le emozioni e i comportamenti delle persone sono influenzati dalla loro percezione degli eventi. Non è la situazione di per sé a determinare ciò che le persone sentono, ma il modo con cui queste interpretano tale situazione. Alla base di tutti i disturbi psicologici vi è un pensiero distorto o disfunzionale che influenza l’umore e il comportamento del paziente ed è quindi sul circuito circolare pensieri-emozioni-comporta-mento che si va ad intervenire.
Principi cardine della TCC:
– La TCC è orientata all’obiettivo e focalizzata sul problema
– La TCC inizialmente enfatizza il presente (qui ed ora)
– La TCC è educativa, mira a insegnare al paziente a essere
terapeuta di se stesso, ed enfatizza la prevenzione delle
ricadute
– La TCC mira a essere limitata nel tempo
– La TCC è basata su dati scientifici empiricamente dimostrati

I DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO

I disturbi del neurosviluppo si caratterizzano per la presenza di un deficit o di un’alterazione nell’acquisizione delle competenze in una o più aree evolutive (cognitiva, neuropsicologica, affettiva) e possono compromettere il funzionamento personale, sociale, scolastico o lavorativo. Questo tipo di disturbi insorgono nel corso dei primi anni dello sviluppo. In alcune forme è più evidente una componente neurologica, in altre prevale una componente neuropsicologica e/o cognitiva, in altri prevale la componente psicologica.
I disturbi del neurosviluppo di cui ci occupiamo sono:
– Disturbi Specifici dell’Apprendimento
– Disturbo dell’Attenzione/Iperattività
– Disabilità Intellettive
– Disturbi della comunicazione (del linguaggio)
– Disturbi del movimento

I Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), conosciuti con i termini di dislessia, disgrafia, discalculia , ecc. sono disturbi dello sviluppo che determinano difficoltà rilevanti nell’acquisizione delle abilità scolastiche, in assenza di ritardo cognitivo. Spesso possono causare manifestazioni psicologiche e relazionali disturbate, in particolare ansia da prestazione ed evitamento delle attività. In Italia la dislessia evolutiva interessa circa un bambino ogni 30. Oggi la legge n°170 del 08/10/2010 riconosce l’importanza della prevenzione, diagnosi e trattamento di tali disturbi.